Cagliari Free Zone. Aree collegate e collegabili

Il D.L. n. 75 del 1998  prevede l’istituzione di Zone Franche nei porti di Cagliari, Olbia, Oristano, Porto Torres, Portovesme, Arbatax ed in altri porti ed aree industriali ad essi funzionalmente collegate o collegabili. All’interno di tale nozione può certamente rientrare la zona costiera artigianale, commerciale e industriale in territorio del comune di Sarroch.

Agglomerato industriale di Sarroh

Il comune di Sarroch, con un ampiezza di circa 67 chilometri quadrati, confina a nord con il Comuni di Capoterra e con una frazione del Comune di Assemini e a sud con i Comuni di Villa San Pietro e Pula. Il territorio comunale è interamente attraversato dalla strada statale 195 che congiunge Cagliari al Sulcis.

Una buona parte della zona costiera è occupato dalla zona artigianale, commerciale e industriale che comprende: le aree destinate ad industria di gran dimensione e a piccole e medie industrie disciplinata dal Piano CASIP e le parti del territorio destinate a nuovi insediamenti per impianti produttivi, industriali, artigianali, commerciali, di conservazione, trasformazione o commercializzazione di prodotti.

A sud della zona industriale, in località Porto Foxi, è presente la zona Portuale G2 recentemente stralciata dalla perimetrazione CACIP, caratterizzata dalla presenza di depositi commerciali e portuali, uffici, fabbricati commerciali di rappresentanza, sedi di servizi pubblici, attrezzature di servizio ed aree di parcheggio.

Potestà fiscale regionale e sviluppo: vincoli e opportunità del diritto UE

Vai allo speciale